Cerca
Yoga e Meditazione
nutrono
il nostro cervello

Yoga e Meditazione
nutrono
il nostro cervello

Negli anni ’80, alla facoltà di medicina, insegnavano che tutte le cellule del nostro corpo si rinnovavano regolarmente.
Eccezion fatta per i neuroni, le cellule del nostro cervello, che invece rimanevano costanti per tutta la vita, anzi una volta raggiunta l’età adulta, il loro numero cominciava a diminuire e non potevano più essere sostituite.
Nel migliore dei casi, si poteva rallentare il ritmo della loro perdita diminuendo le cattive abitudini.

Poi sono arrivate  le cosiddette Neuroscienze che hanno confermato ciò che l’antica scienza dello Yoga sapeva da secoli:

Lo Yoga e la meditazione possono letteralmente modificare il nostro cervello!

Ricerche recenti mostrano che anche negli anni della maturità, il cervello può potenzialmente creare nuove connessioni neuronali.
E questo dipende da quello che pensiamo e facciamo!

Gli scienziati hanno coniato il termine Neuroplasticità per riferirsi alla capacità del cervello di rimodellarsi.

Gli Yogi insegnano:
più pensi, dici o fai qualcosa,
più è probabile che tu lo pensi, lo dica o lo rifaccia di nuovo.

Con ogni attività, i neuroni si legano l’uno con l’altro e più un comportamento viene ripetuto nel tempo – le cosiddette abitudini – più forti diventano i collegamenti neurali.
Una ricerca ha dimostrato che soggetti che hanno meditato 30 minuti al giorno, per otto settimane avevano una riduzione della sostanza grigia nell’amigdala, che è legata al senso di paura e di ansia.

L’unico rimedio per le cattive abitudini sono le contro-abitudini.

Swami Vivekananda, grande mistico indiano

La pratica yoga, può diventare una costante per  trasformare  i nostri  vecchi schemi di pensiero e quindi modificare le abitudini che non ci piacciono.

Lo  yoga ci permette di risvegliare la nostra capacità di ascolto, cioè ciò che sta avvenendo nel corpo e nella mente.
Man mano che la nostra consapevolezza si raffina, quindi i nostri sensi si raffinano, possiamo capire meglio tutte le aree della nostra vita.
Ad esempio, ci rendiamo conto di quali cibi ci fanno sentire meglio, quali lavori sono per noi risultano più appaganti o quali persone ci portano gioia e quali hanno l’effetto opposto.

Passo dopo passo verso la trasformazione.

Lascia un commento

Instagram

Unable to communicate with Instagram. This may be a temporary problem. Please try again soon.

Please note

This is a widgetized sidebar area and you can place any widget here, as you would with the classic WordPress sidebar.